Eat up! | ARENA Documentari "Cibo Territorio Conflitto" 1

Eat up! | ARENA Documentari “Cibo Territorio Conflitto” – dal 6 al 9 luglio 2017 @ CSOA Ex-Snia


La RASSEGNA dei DOCUMENTARI di EAT UP! Cibo di strada dal mondo

Organizzato da Csoa eXSnia

Arena allaperto dalle ore 21 tutti i giorni del festival

❥ GIOVEDI 6

✪ EL COSTO HUMANO DE LOS AGROTOXICOS di Pablo Piovano . (Argentina . 10′)

Eat up! | ARENA Documentari "Cibo Territorio Conflitto"

Questo reportage porta alla luce gli effetti dell’uso delle colture geneticamente modificate e il conseguente impiego indiscriminato di diserbanti, il cui devastante impatto colpisce le fasce più vulnerabili della popolazione.

✪ 9.70 EL DOCUMENTAL di Victoria Solano (2013 COLOMBIA 42′)

in collaborazione con Festival delle Terre

 

Il documentario esamina l’impatto causato dal Trattato di Libero Commercio con gli Stati Uniti nel quale una delle condizioni fissate dagli Stati Uniti è stata quella di creare una normativa per la ‘privatizzazione’ dei semi. Vedremo come l’Agenzia responsabile del monitoraggio delle attività agricole ha distrutto i semi nativi interrandoli poi in una discarica perchè considerati illegali.

❥ VENERDI 7

✪ ROSHMIA di Salim Abu Jabal (Palestina, Siria – 2014, 70’)

in arabo con sottotitoli in italiano
presentato da Unione Democratica Arabo Palestinese – UDAP
in collaborazione con Al ard Doc Film Festival

Premiato al AL ARD Doc Film Festival, il documentario racconta la storia dell’ottantenne Yousef e di sua moglie Amna rifugiatisi in una baracca nella vallata di Roshmia fin dal 1956 perché cacciati dal centro della città conquistata dall’occupazione sionista del ’48. La vita scorre tranquilla fino a che la loro casa viene espropriata dalla municipalità di Haifa per costruire una strada che colleghi il Monte Carmel al Mediterraneo. I negoziati non fanno che aumentare le tensioni, e oltre allo spostamento forzato e alla disperazione, Yousef e Amna sembrano prendere strade diverse.

❥ SABATO 8

CHI SEMINA RACCOGLIE di Franca Roiatti & Alice Barrese (Italia · 2016 · 31′)

in collaborazione con Festival delle Terre

Cosa c’è dentro il pane che mettiamo in tavola ogni giorno? Da dove arriva la farina? Come viene coltivato il grano?” Nel 2006 i Gruppi di acquisto solidale (GAS) della Brianza hanno cominciato a porsi queste domande. La risposta è stata una sfida: avviare una produzione locale di pane, partendo dal seme. In Brianza, però, da troppo tempo, le spighe sono sparite per lasciare il posto ad asfalto, centri commerciali e villette a schiera. È necessario trovare i campi, qualcuno che li coltivi, chi macina la granella, chi sa e vuole ricominciare a fare il pane come si faceva un tempo, solo con acqua e farina.
Questo documentario racconta l’avventura di Spiga & Madia, un progetto che coinvolge 600 famiglie, tre contadini, un mugnaio e cinque fornai. Insieme hanno ricominciato a fare il pane, quello vero, e provano a salvare la loro terra combattendo le ruspe con il grano.

❥ DOMENICA 9

THE VOICE OF THE LAND di Carlo Bolzoni & Guglielmo Del Signore (Romania · 2016 · 29′)

in collaborazione con Festival delle Terre

Questo documentario parla di vita, vita oltre la città. La Romania conta quasi 5 milioni di contadini attivi, il 50% di tutti i contadini Europei. La parola contadino viene tradotta con ‘Ţăran’che, a sua volta, assume il significato di terra, appartenenza alla terra. Fino a qualche anno fa, questo paese era tutto ‘Ţăran’: o eri uno ‘Ţăran’ o possedevi qualcosa grazie alla tua famiglia, non esistevano altre professioni.
Oggi, la Romania sta cambiando, sta cambiando velocemente. Tre famiglie contadine scompaiono ogni ora. Le cause sono molteplici, ma tutte connesse tra loro, il risultato è che i contadini stanno abbandonando le proprie terre e non c’è una generazione giovane che li sostituirà. Grandi business, fondi d’investimento, assicurazioni. Sono arrivati da tutto il mondo, si sono accaparrati le terre e hanno speculato su queste. Molti si sono arricchiti.

✪ TIMBAKTU di Rintu Thomas and Sushmit Ghosh (INDIA 30′)

in collaborazione con Festival delle Terre

Nel 1989 un gruppo di attivisti indiani acquistano 32 acri di terra nel distretto Anantapur, a Andhra Pradesh, l…
Quando una piccola comunità agricola nel sud dell’India ha deciso di passare dalle loro decennali vecchie pratiche dell’agricoltura chimica all’agricoltura biologica, non sapeva che stavano piantando i semi di una rivoluzione silenziosa. Il documentario mette in mostra gli sforzi esemplari dei contadini di un piccolo villaggio in Andhra Pradesh, esplorando i temi critici della sicurezza e della sovranità alimentare.

Print Friendly, PDF & Email